SOS PARCO ALPI APUANE

Le Associazioni Ambientaliste ed i Cittadini delle Apuane aderiscono all’appello di Legambiente diretto ai Sindaci di non ricandidare il Presidente uscente del Parco Alberto Putamorsi. Si invita a firmare e diffondere la petizione per rafforzare questa richiesta.

Il 20 gennaio la Comunità del Parco Regionale delle Alpi Apuane (formata dai Comuni e dagli altri enti locali), formulerà la rosa dei 4  nomi da inviare al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi per scegliere il nuovo presidente del Parco. Tra i nomi ricompare il nome dell’« inaccettabile» Presidente uscente Alberto Putamorsi. In accordo con Legambiente ( http://www.greenreport.it/news/aree-protette-e-biodiversita/presidente-del-parco-delle-apuane-legambiente-basta-la-presidenza-putamorsi/ ) ci si chiede  come sia possibile « anche solo pensare di mantenere al Parco un personaggio che si è scagliato contro il Piano paesaggistico della Regione ( a favore delle cave), ha promosso frantoi industriali in area Parco e a tutt’oggi è promotore di una nuova strada nel cuore dell’area protetta per trasportare scaglie di marmo dalla quota di 1.200 metri fino a valle?» (ved. foto del flash mob sul Sagro organizzato dall’Associazione GRIG, Gruppo d’Intervento Giuridico delle Apuane).

Insieme a Legambiente si domanda con forza che «La Comunità di Parco rispetti la Legge ed esprima quattro nomi di alto profilo per quanto riguarda le competenze in materia di conservazione della natura, ed escluda ogni ombra di conflitto d’interessi o legami con il mondo dell’escavazione del marmo.». Perché è vitale ed  improrogabile l’attuazione di  « politiche di conservazione e valorizzazione sostenibile del più grande patrimonio di biodiversità, geodiversità e sorgenti carsiche di tutta la Toscana. L’Unione Europea ha individuato sulle Apuane il 50% di tutta la biodiversità da tutelare in Toscana, mentre L’Unesco ha accettato nella Rete Global Geopark le Alpi Apuane. Non è possibile pensare di consegnare un patrimonio immenso di questa natura con personaggi compromessi con gli speculatori del marmo!».

Per dare forza a queste richieste è stata promossa una petizione che vi proponiamo di  firmare e diffondere. Link della petizione:

https://www.change.org/p/enrico-rossi-regione-toscana-it-abito-qui-sulle-apuane-ma-non-sarai-il-mio-presidente

Se non dovesse andare a buon fine vi invitiamo a scrivere una email al Presidente Rossi: enrico.rossi@regione.toscana.it

Con oggetto: “ABITO QUI, SULLE APUANE, MA NON SARAI IL MIO PRESIDENTE!”

Testo:

Si chiede al presidente Rossi ed alla Comunità di Parco che si « rispetti la Legge ed esprima quattro nomi di alto profilo per quanto riguarda le competenze in materia di conservazione della natura, ed escluda ogni ombra di conflitto d’interessi o legami con il mondo dell’escavazione del marmo.».