Il Bilancio Idrico

Il Bilancio Idrico dipende dal Ciclo dell’Acqua ed è costituito dalla differenza tra la quantità di acqua che raggiunge un certo territorio (pioggia, fiumi, falde freatiche, ecc.) e l’acqua che si allontana dal medesimo (fiumi, evaporazione, flusso sotterraneo, pompaggi, ecc.). Se il bilancio è in positivo, ci sarà un aumento delle acque superficiali (corsi e corpi d’acqua), nelle falde freatiche e nella vegetazione.
Se, viceversa, il bilancio è in passivo, c’è un deficit idrico e l’acqua diminuisce. Segni palesi ne sono la riduzione della portata delle sorgenti, i fossi ed i fiumi in secca, il livello dei laghi che cala, la massa vegetale che diventa più rada e stentata, la comparsa di fenomeni di Eutrofizzazione, di Salinizzazione, di Subsidenza.

L’esperienza dimostra che, con i mezzi attuali a disposizione, è facile esaurire in pochi decenni od anche in pochi anni le riserve idriche accumulate nei millenni. Ad esempio, aumentando lo scorrimento dell’acqua verso il mare e riducendo gli apporti nelle falde acquifere, nei fiumi e nei laghi. Così come favorendo le voci in Uscita rispetto quelli delle voci in Entrata.

Bilancio Idrico

Fattori che aumentano le Entrate di Acqua cioè gli Apporti in Falda.

Fattori che aumentano le Uscite di Acqua cioè l’evaporazione ed il suo deflusso verso il mare

Aumento della frequenza delle Piogge leggere e persistenti

Riduzione delle Piogge leggere e persistenti (a causa dell’effetto serra)

Buona capacità d’infiltrazione dei Suoli

Crescente impermeabilizzazione dei suoli per la costruzione di strade e di case.

Presenza di Piante o Copertura vegetale

Disboscamento ed incendi

Presenza di aree umide

Bonifica delle aree umide.

Corsi d’acqua non canalizzati

Canalizzazione dei corsi d’acqua.
Consumi di Acqua elevati per le attività domestiche e produttive.

In Versilia le voci in Uscita sono nettamente più alte delle Entrate.

Cause dell’attuale Crisi Idrica:

Riduzione dell’Entrate Aumento delle Uscite
Effetto Serra, con riduzione delle piogge leggere e persistenti, utili per le falde  Aumento dell’evapotraspirazione: per un uso inefficiente dell’irrigazione, spesso fatta nelle ore calde; per coltivare specie bisognose di tanta acqua (idroesigenti)
Aumento dei Consumi dovuto all’aumento della popolazione e ad un eccessivo consumo procapite 
Eccessivo prelievo delle Idrovore della Bonifica che deprimono il livello di falda di circa 1,5 m rispetto il piano di campagna
Riduzione delle aree verdi. Dal 1990 al 2000 è stato consumato, per strade e case, il 97% della pianura della Versilia. Aumento dell’ Impermeabilizzazione per la Crescita delle Zone Urbanizzate che impediscono l’infiltrazione di Acqua nel sottosuolo. Sviluppo di fognature bianche che l’allontanano l’acqua piovana velocemente in mare. Altrettanto avviene per l’acqua depurata delle fogne nere che, viceversa, potrebbe essere riutilizzata in agricoltura e nelle attività industriali,Riduzione della superficie delle aree umide: dal 1970 al 1990, in Toscana, la provincia di Lucca è stata la sola in cui siano diminuite
Riduzione della capacità di campo ossia della capacità dei terreni agricoli di trattenere Acqua per il mancato uso di concimazione organica e per lavorazioni errateRiduzione d’invaso sotterraneo per l’innalzamento della falda marina, sottostante a quella d’acqua dolce, anche questo un effetto del deficit nel bilancio idrico. Aumento del drenaggio e dell’erosione dei terreni agricoli